Categorie
Miti Tai Chi

Il GM° Ercole

Ercole, Eracle per i Greci, è un eroe. Di Ercole si celebra la forza, ma la si associa alla forza muscolare: niente di più sbagliato!

In una delle “fatiche d’Ercole”, l’eroe affronta Anteo, un gigante molto più forte e feroce di lui.
Anteo si cibava di carne di leone. Il significato è che non aveva cuore, era solo grande e grosso e pieno di muscoli, non era certamente un “cuor di leone”.

Era invincibile sino a quando aveva i piedi a contatto con sua madre, la Terra.

Il contatto con la terra è essenziale per ogni pratica che deve esprimere forza muscolare, pensate ai sollevatori di pesi, agli artisti marziali, anche a tanti stili di Tai Chi, l’insegnamento è sempre lo stesso: radicati al suolo, prendere la forza dalla terra.

Ercole aveva una preparazione totalmente diversa, non era un bruto, aveva avuto molti maestri e sicuramente aveva conosciuto un maestro che sapeva cosa fosse l’energia e come veicolarla.

Il mito ci dice che Ercole “solleva” Anteo, gli stacca i piedi da terra. Doveva essere molto, ma molto forte, più forte di un gigante?! No, la storia di Ercole e Anteo è semplicemente la storia di un maestro che sa usare l’energia per togliere il contatto energetico dei piedi dell’avversario da terra, esattamente come facciamo nel Tai Chi, quello che il Maestro Chu ci mostra da anni nei suoi stage in giro per l’Europa.

Gli eroi sono come Ercole, nessun eroe va in palestra a “fare pesi”. L’eroe è eroe perché ha capito l’uso dell’energia nella vita: quanti eroi abbiamo nelle nostra società? Nessuno, perché neppure uno “crede” nell’energia.

Un’ultima annotazione: è scorretto l’uso dell’espressione “le fatiche d’Ercole”, perché chi sa usare l’energia non fa fatica. La fatica è sempre di chi vive nell’ego e non nello Spirito.

Categorie
Scienza Tai Chi Tao

Oltre la scienza

Ai nostri giorni tutto deve essere dimostrato con il cosiddetto “approccio scientifico”: quanto di più falso e la recente”pandemia” ha dato, per fortuna, un duro colpo alla verità scientifica, gli scienziati scientifici sono impazziti, quelli saggi no.

Si cerca di far approvare tecniche millenarie come la meditazione con sperimentazioni e uso di apparecchi che “giustificano” la loro validità e possibilità di esistenza. È tutto falso, illusorio è come voler dimostrare l’amore con uno strumento!

A noi, come associazione di Tai Chi, Qigong, Meditazione, non interessa questo “miraggio delle scienza”, ci basta constatare che i nostri insegnanti e allievi praticano con gioia e apprezzano quanto viene offerto loro. Sì, spesso chiediamo come stanno, se il Tai Chi giova loro, ma più per il nostro ego che ha sempre bisogno di gratificazione. L’insegnante anziano, il maestro, è al di là di tutto ciò, insegna con amore, gli basta questo per sapere che è la “giusta Via”, che è Tao, Tai Chi.

Categorie
Salute

Facce spente

Una nostra insegnante molto attenta allo Spirito della vita, ieri mi diceva che aveva notato che le facce di tutti quelli che si vedono in giro paiono facce di zombie, con occhi spenti. Dal Papa, ai politici, e così via, sino ai comuni mortali.

È l’effetto della paura, di una vita senza più Spirito e segnata da una ostinazione ad oltranza di ogni meccanismo di difesa possibile. La mascherina l’emblema più significativo.

Tolte le mascherine, il volto non cambia, resta fisso e immoto. La mascherina semplicemente copre, nasconde tutto questo.

I complottisti potrebbero anche pensare che ormai Big Pharma usa prodotti tali da rendere de-cerebrati i vari governanti di destra e sinistra. No, anche Big-pharma è prigioniera di sé stessa, del clima di terrore che ha prodotto con tutti i medici e scienziati che pilota. È una nube tossica, ma mentale. Vero che, andando in giro e odorare tutti questi prodotti disinfettanti dà il voltastomaco, ma sono poco nocivi rispetto alla cultura dominante della nefasta idea: “la difesa a tutti i costi”.

La natura non vuole questo, chiede libertà, vi volete difendere? I danni alla vostra mente sono enormi.

Categorie
Salute Scienza Società Spiritualità Tao

I mattatoi e il Covid

I mattatoi fonte di grande diffusione del Covid. Si indaga scientificamente. Ci sta, è sempre bene affrontare il problema dal punto di vista del corpo. La scienza è lo studio dei corpi. In Fisica si studiano i corpi, corpi celesti, corpi sottili; in medicina si studiano i corpi, corpi umani, corpi degli insetti; i biologi e i virologi studiano corpi, corpi a livello molecolare, virale, batterico: sempre corpi sono.

Il taoismo studia Mente e Corpo e quindi oltre allo studio dei corpi, si studia anche la mente e la risposta deve convergere, deve dare “una” risposta, altrimenti non serve a nulla.

Usiamo i mattatoi come esempio, carne morta, il virus probabilmente attecchisce e si diffonde meglio dove c’è “non vita”.

Vita, non vita, semplice: vogliano fermare i contagi o la pericolosità di un virus? Viviamo. Abbiamo tutti constatato che, dove più alto è l’inquinamento, più alta la pericolosità del virus. In questi posti la vita è bloccata, aria cattiva, troppo lavoro.

Gli allevamenti intensivi di carne inquinano, noi mangiamo troppa carne, il virus colpisce questo e ci dà una indicazione: cibi più sani. Sarebbe interessante una statistica coronavirus rispetto alla quantità di carne consumata da chi si è ammalato.

Impariamo a cogliere i messaggi che gli accadimenti, ritenuti dai più, proprio accadimenti, cioè cose casuali, ci lanciano.

Consapevolezza, ecco la risposta giusta ad ogni virus. Le risposte che prevedono solo il corpo, sono limitate, nel tempo brevi: sì, magari fermano un virus, ma non tolgono le cause.

PS

In Cina si svolge, mentre scrivo, il festival di Yulin, migliaia di cuccioli di cane uccisi per la loro carne e la Cina vive (vive?) nel terrore del Covid, ma noi siamo diversi?