Categorie
Società

La terza guerra mondiale

Ci sono molte somiglianze fra questa guerra contro il virus con la seconda guerra mondiale: i cicli nefasti si ripetono se le condizioni nefaste si ripresentano.

Il nemico questa volta è il virus, la volta precedente era il nazifascismo e il totalitarismo in genere che si diffuse in tutto il mondo, dalla Russia agli Stati Uniti.

Si vinse la guerra, ma per liberare l’intero mondo ci vollero alcuni decenni, sino alla caduta del muro di Berlino perché il totalitarismo restò in molte forme. Noi possiamo ricordare il governo Tambroni e solo con le lotte studentesche e operaie completammo la liberazione.
Liberazione che, a livello planetario, non fu mai totale: Russia, Usa, Cina, paesi del Sud America non furono mai totalmente liberi.

Questa volta la guerra è tornata perché il totalitarismo si è rifatto vivo negli ultimi anni: è il capitalismo che ha assunto il controllo del potere sempre più gravemente e i grandi gruppi finanziari che controllano anche le case farmaceutiche sono i nuovi nazisti.

Attenzione, sono questi i reali nemici che spargono il terrore nel mondo, non è il virus il nemico: il virus è l’arma del terrore sbandierata in faccia al popolo bue, quei cittadini del mondo che non capiscono che la pace e la felicità passano attraverso la libertà.

Se c’è libertà, c’è benessere.

Il green pass, l’obbligo vaccinale, il potere mediatico e politico degli uomini forti sono la nostra non libertà, la nostra infelicità.

GRANDANGOLO – PANGEA, La rassegna stampa internazionale di Byoblu. 22° puntata

Categorie
Salute

La non libertà di cura

Negli ultimi anni, pian piano è stata eliminata la libertà di cura, devastate cure “popolato” e “cure alternative”. L’ultimo scontri è stato fra farmaci e vaccini e il risultato è sotto i nostri occhi.

Perché hanno fatto vincere i vaccini nonostante siano le stesse case farmaceutiche a produrre i farmaci?

Semplice: i farmaci li prendono i malati, i vaccini tutto il mondo: miliardi e miliardi incassati a bassissimo costo.

Questo grazie a quei miliardi di incoscienti che non capiscono che la vita e la salute sono un lavoro personale da fare, uno studio, una responsabilità.

Tranquilli, il Buddismo dice che si hanno milioni di vite per evolvere. Certo, questa è andata

Categorie
Salute

La strada maestra

Nel 1982 ebbi un incidente che mi rese praticamente cieco da un occhio. Fu un periodo di svolta nella mia vita perché compresi che doveva esserci qualcosa di più che sino a quel momento non avevo considerato e scoperto.

Furono anni di ricerca Spirituale tutt’ora in corso e mi portarono ad una profondità che apprezzo e mi fa godere della vita.

Quello che ho compreso è che qualsiasi malattia, problema, ha bisogno di una risposta profonda da parte nostra e diventai insegnante per condividere le mie esperienze e conoscenza.

Posso dire che quando avete un problema dovete considerare Mente e Spirito e se vi limitate a curare il corpo non andrete da nessuna parte.

Categorie
Uncategorized

La falsa scienza,

Dobbiamo ringraziare i virologi. Sinceramente un tempo ero schiavo come molti della “verità scientifica”, della maggiore o minore efficacia di farmaci e vaccini. I virologi con le loro continue ed estenuanti dichiarazioni, l’un diversa dall’altra, fra di loro e soprattutto dissonanti e schizofreniche nel tempo, hanno dimostrato che stanno parlando di fuffa, non di scienza. La corsa sfrenata nei decenni verso soluzioni farmaceutiche non è meglio del rimedio della nonna.

Questa mia affermazione è invero falsa perché il rimedio della nonna, se saggia, è molto migliore delle idiozie che la pseudo scienza ci propina.

Vera scienza ad esempio è il Tai Chi che insegno – non è per fare polemica con altre scuole, ho imparato questo Tai Chi, lo pratico da 40 anni, so che è scienza e funziona. Altri Tai Chi sono più o meno buoni, ma non li conosco e quindi ne taccio – e dà benessere e salute alle persone interessate che lo praticano, restando sempre consapevoli che ognuno è responsabile della propria vita e della propria salute, Tai Chi si o no, vaccino si o no.