Categorie
Natura

La natura umana

La natura ha come scopo la protezione di se stessa. Affermazione ovvia che però ci porta a una constatazione molto semplice, non buona per noi: siamo i grandi distruttori dell’ecosistema e quindi andiamo eliminati o almeno bloccati nella nostra devastazione. 

Ci siamo creduti una specie intelligente, ma ciò non è confermato dalle nostre azioni: la nostra capacità di distruzione è superiore al nostro ingegno che resta quindi limitato e applicato male. Non sappiamo creare e neppure pianificare prospettive di benessere nel tempo per tutti, ma è sempre:  “ognuno per se stesso” prima di tutto.

I virus e i batteri sono un’ottima arma che la natura adotta, fondamentali per la vita, ma che possono anche controllarla e dato che andiamo verso gli otto miliardi di esseri umani sulla Terra, senza avere nessun piano di contenimento, la natura deve fermare questa enorme specie distruttiva chiamata genere umano.

Può essere che i dinosauri, chiaramente un’altra specie distruttiva per l’ecosistema, siano stati spazzati con lo stesso metodo: virus e batteri.

La natura poi preserva l’evoluzione migliore delle specie, ovvio, va avanti da miliardi di anni e deve perpetuare se stessa e Darwin lo capì. Adottare il sistema dei vaccini di massa, rende, nei confronti del sistema natura, estremamente deboli gli esseri umani perché viene adottato un “sistema esterno alla natura” per continuare la specie.  L’aumento dell’autismo, degli immunodepressi e delle intolleranze è un chiaro segnale. Non è un discorso “Spartani verso Ateniensi” dove chi non è naturalmente forte e sano va gettato dalla rupe, ma è comunque necessario restare in contatto con la natura altrimenti si diventa s-natura_ti e conto-natura.

Cercare invece l’armonia, la coabitazione con le altre specie viventi, la diminuzione drastica dell’inquinamento e la prevenzione delle malattie rinforzando il nostro sistema immunitario con sistemi naturali come nutrimenti sani, tecniche di respirazione e conoscenza di se stessi, gioverebbe sia all’umana specie, sia a tutte le altre e la natura avrebbe l’impatto sano e gentile che cerca di avere nella perpetuazione di se stessa.

Possiamo concludere così: la natura ha un carattere benigno, cerca la procreazione e la diversità delle specie e noi umani ne facciamo parte. Andare contro-natura ci mette a repentaglio.

Categorie
Natura Salute

Farmaci e credenze magiche

Esistono alcuni stolti che credono che grazie ai vari farmaci si possano debellare le malattie. Le malattie esistono solo in presenza degli ammalati. Tutti noi abbiamo un rapporto costante con miliardi di virus e batteri e non ci ammaliamo, alcuni invece si ammalano e quindi risulta semplice, addirittura puerile, capire che l’unica possibilità è lavorare sul malato, perché alcuni contraggono la malattia mentre altri no?

Il tentativo di eliminare con i vari vaccini l’influenza si è rivelato un disastro perché se uno si deve ammalare si ammala e se viene a mancare la possibilità di una malattia abbastanza blanda, la natura è costretta a ricorrere ad altre soluzioni che saranno più incisive: ecco che crea il Covid.

Ringraziamo per questa follia la cosiddetta “scienza medica” che è molto poco lungimirante. Tutto ciò accade quando la scienza vuole essere dio: fosse Dio potrebbe guarire chiunque, ma non ci riesce mai.

È un meccanismo perverso dell’ego che non comprende che ognuno deve comunque guarire da sé e non solo grazie al magico farmaco.

Categorie
Natura

Lecchiamoci le ferite

Minù 1975

I gatti si leccano tutto il corpo, parti intime comprese: hanno cura di se stessi. Saliva che va a disinfettare ogni parte. Sono capaci di muoversi e raggiungere ogni angolo.

Un sistema di cura altamente evoluto.

Esseri umani irrigiditi in fila per vaccinarsi.

Un sistema di cura altamente involuto.

Categorie
Natura

I letti

La storia dei posti letto insufficienti in terapia intensiva è identica a quando un fiume esonda: abbiamo ristretto troppo il letto del fiume. Più posti letto in ospedale servono per le emergenze, come ai fiumi va lasciato il letto largo per quando piove molto. Lo si è fatto in questi mesi? No, e allora rinchiudono dentro la popolazione con un altro lockdown.

Hanno anche lo stesso nome, letto del fiume, posti letto. L’eliminazione dei letti è sempre nefasta, chi si riposa poco e rifiuta il letto poi, volente o nolente ci finisce dentro.