Categorie
Politica

Scontro frontale

Viviamo un attacco formidabile a tutto quello che non è ortodossia ufficiale. Un medico o uno scienziato non schierato con idee diverse? Radiato. I vaccini, i farmaci prodotti dalle potentissime industrie farmaceutiche sono gli unici ammessi. Omeopatia? Rimedi diversi? Acqua fresca. Discipline naturali, attività sportive che fanno bene? Tutto chiuso, così come la cultura, lo svago, il gioco.

Con l’ultimo dpcm è stata dichiarata guerra aperta e totale e organizzazioni come gli enti sportivi e gli enti sociali se ne sono finalmente accorti e hanno subito replicato duramente. In fondo ci va bene, sappiamo adesso che questi personaggi politici, questi virologi, questi scienziati di morte hanno gettato la maschera: non vogliono nessuna vita alternativa, anzi, non vogliono nessuna vita, ma solo il loro olezzo di morte.

La nostra risposta è la vita, continueremo a proporre vita e guarigione attraverso insegnamenti millenari che la natura offre a tutti.

Categorie
Politica Salute Società

Lo scemo del villaggio

Si è infettato di Covid e con la febbre è andato ad una festa e poi ad un funerale. Ha scatenato un putiferio e i nostro politici di destra e di sinistra vogliono introdurre i TSO per chi rifiuta le cure. Sistema oppressivo tipico dei regimi. E leggendo i giornali,sempre più sembra di stare in un regime. Lo si capisce dal fatto che i più importanti quotidiani non hanno più diversità.

Tutti appaiono preoccupati che l’imprenditore infetto “unga” gli altri della terribile malattia, malattia che ormai non fa più danni…

Quello che invece dovremmo considerare è la follia che questo signore impersonifica: se uno ha la febbre dovrebbe stare a letto, dovrebbe prendersi “cura” di sé stesso! Invece no, se ne và in giro a continuare a “fare”. Questo è il vero malessere, l’indicazione che qualcosa non va. Ricordo, all’inizio della pandemia, uno dei primi contagiati era ammalato, ma girava il mondo a “fare” gare e partite a calcetto. Ci ha messo poi mesi ad uscire dall’ospedale.

Yin Yang, la febbre indica qualcosa, è un segnale di malessere, solo uno stolto non considera i segnali.

Se avete paura che qualcuno in giro vi contagi, provate a reagire diversamente, nessuno vi può contagiare se non avete paura; fare come tanti purtroppo fanno, spostarsi, chiudersi, tirare sino agli occhi la mascherina, denotano solo problemi psichici, paura e la paura è il peggior contagio possibile. Invocare un TSO per un altro essere umano è un segnale ben preciso, respirate, prendetevi una pausa, prendere consapevolezza che qualcosa non va nella vostra vita.

Categorie
Politica Salute

Un mondo di vigliacchi

Quando ero in terza elementare venni sospeso e dovetti andare a casa da solo a piedi. Quando mai al giorno d’oggi una scuola lascerebbe andare a casa da solo un bambino di sette, otto anni?

È un mondo di persone oppresse dalla paura, oppresse dalla paura di non avere soldi e terrorizzata dalla morte. Tutto il sistema ruota su questo tema: la paura di esistere. Questa pandemia ha aperto gli occhi a molti, tanti si sono accorti della paura di chi ci governa, di chi supinamente non ha consapevolezza di un altro modo di affrontare la crisi che starsene in casa. Vedere il presidente della regione più ricca d’Italia sempre bardato con la mascherina è un’immagine irreale, brutta, pedagogicamente tragica.

Durante una pandemia di cinquanta anni fa, un milione di persone si incontrava per il concerto di Woodstock. Al giorno d’oggi non ci si può riprovare neppure fra amici. Loro hanno fatto la leggenda, noi tutt’al più faremo ridere i posteri.

La paura è quella cosa che apre la porta a tutto ciò che di male che può accaderci: la fiducia è la naturale protezione dell’esistenza.

pS

Fui sospeso perché da immigrato ancora non sapevo parlare bene l’italiano e qualche compagno mi prendeva in giro (su questo nulla et cambiato) e davanti al maestro li zittivo…

Categorie
Politica

L’oppio del popolo

Un tempo si diceva che le religioni erano l'”oppio dei popoli”. Una volta che ci siamo liberati di queste, il calcio è diventato il nuovo “oppio dei popoli”.

Durante il coronavirus l’oppio è finito e il popolo bue stava cominciando ad accorgersi che il re era nudo, invero ci stavamo accorgendo che tutti erano nudi e piuttosto schifosi, grillini, piddini, leghini, quelli di qui e quelli di lì. Era un periodo magnifico, finalmente ci si accorgeva della realtà della politica.

Ed ecco la genialità, la carta tenuta nascosta: la ragazza prigioniera viene liberata! Il popolo bue torna immediatamente stordito e si azzanna sul fatto se era giusto o no pagare il riscatto e ritornano i destrorsi e i sinistrorsi e si accaniscono schifosamente su di lei scordandosi totalmente la dittatura in atto.

Geniale pagare il riscatto adesso e non prima, propongo un premio a chi ha pensato ciò!

Certo se era maschio non andava bene, ma una donna, qual ghiotto boccone per il bigottismo italiano.