Categorie
Salute Spiritualità

L’acqua santa

Non sono mai stato un forte sostenitore della chiesa, anzi, un tempo l’ho persino definita l’anticristo perché ha fatto odiare Dio alle persone, ma ho sempre apprezzato le chiese.

La loro bellezza architettonica, il loro respiro, la loro energia sono un piacere per lo spirito. Naturalmente parlo di quelle chiese antiche e costruite da mirabili architetti che avevano profonda conoscenza della natura e dei suoi profondi meccanismi.

L’acqua santa è sempre stata per me acqua santa, la sacralità è sacralità e la magia creata dalla sacralità è per l’essere umano ispiratrice.

Vedere quindi, al posto dell’acqua santa, il contenitore del disinfettante è lo squallore assoluto, vera dissacrazione dello spirito e il segno della fine ingloriosa della chiesa.

Categorie
Salute Spiritualità

Salute e mascherina

Una recente ricerca ha statisticamente valutato un gruppo di persone che usano la mascherina comparato ad uno che non la usa e dai risultati pare che chi usa la mascherina ha più probabilità di ammalarsi di Covid di chi non la usa.

Vero, non vero? Ormai abbiamo compreso, spero, che nel mondo scientifico non esiste una verità unica, spesso la verità pende dal punto di vista di cosa vuole dimostrare il ricercatore.

Da un punto di vista meccanico tutti pensano che una protezione esterna, la mascherina, sia più efficace che non usare nulla. Ma per chi ha un approccio spirituale alla vita, la mente è il fondamento e il corpo dipende in toto dalle condizioni della mente. Portare una mascherina non è sempre agevole e questo può dare dei problemi alla mente, ad esempio una sensazione di innaturalezza.

Il vero problema però è che la mente recepisce un bisogno di protezione: senza mascherina sono inerme e quindi in fondo siamo stati creati male. La naturalezza scompare, la mente si indebolisce ed ecco che i danni provocati dalle mascherine si possono veramente tradurre in maggiori contagi.

Non entro nel merito dei danni alla respirazione che sono molto seri per la salute umana. Questo lo si nega a livello scientifico, ma è una risposta irrazionale alla funzionalità della vita. La vita è respiro, la morte è assenza di respiro.

Categorie
Salute

Lo stress uccide

È interessante questo esperimento sociale che medici e politici stanno conducendo. Il terrore crea nelle persone comportamenti sociali di sudditanza e obbedienza. Di giorno non è obbligatoria la mascherina eppure tutti la portano e hanno paura del contagio anche se un medico ha detto che è più facile morire con un vaso che ci cade in testa che di Covid.

Il proprio benessere non è neppure considerato, non si pensa se la paura che creiamo nei bambini abbia conseguenze, se magari c’è un’alternativa diversa, come ricercare rimedi alternativi o pratiche salutari per il nostro sistema immunitario come il Qigong o il Tai Chi.

Quando arriveremo all’epoca del ciclo dell’anno in cui magari il Covid può diventare pericoloso, l’inverno, perché lì le persone sono meno energetiche e stanche, cosa faranno tutti? Ci si stressa adesso in un periodo in cui non c’è nessun pericolo e fra qualche mese vedremo molti morire, ma più perché non c’è la faranno più dallo stress, che per altro.

Mantenere le energie con una vita serena per averne poi e nulla vi succederà. Vivere la vita adesso col cuore aperto, non morti che camminano.

Maschere imposte agli schiavi

Questo medico ci parla del terrorismo mediatico. Ha purtroppo un po’ di lacune sul fatto che poi andare a consigliare il vaccino per il Covid è un controsenso. Ma sappiamo che i medici hanno poca cultura sulla salute umana, vedono solo la malattia.

Categorie
Salute

Respirare

In 32 anni di insegnamento di Tai Chi e Qigong mi sono reso ben presto conto che tutti i problemi di salute sono legati al respirare poco e male delle persone. Nei miei molteplici stage, lezioni e interventi anche in tema sanitario, ad esempio presso la dottoressa Gemma Martino su donne con tumore alla mammella, ho sempre cercato di far lavorare le persone su una più profonda respirazione e apertura del diaframma. Tanti miei allievi ne hanno beneficiato in questi decenni.

Per me vedere la persone con la mascherina è un totale controsenso e vi sono pochissimi interventi scientifici sulla dannosità del loro uso perché invero a nessuno interessa curare le persone facendole respirare: chi ci guadagna? È una terapia assolutamente poco remunerativa. Il grande vantaggio è che è naturale, dovrebbe essere una cosa quotidiana che chiunque può fare: dieci minuti di respiro profondo…

Sui bambini poi l’effetto della mascherina, del non respirare è micidiale.