Categorie
Società

Gli italiani feccia

Due italiani su tre sono a favore dell’obbligo vaccinale. Non gli importa che questi vaccini non vanno bene per Omicron, non gli importa che ci sono tanti casi avversi, basta vedere cosa sta succedendo nel calcio. Non gli importa che tanti, compresi i pentiti dopo la prima o dopo la seconda dose non vogliono vaccinarsi, no, loro vogliono imporre l’obbligo. Sono talmente arroganti da imporre il loro volere su altri esseri umani. 

Sono umani feccia. 

Sono gli stessi che erano collaborazionisti durante il fascismo, che si sono sempre inginocchiati davanti a qualche dittatorello da strapazzo. Più che Mussolini o Stalin  oBerlusconi o Draghi, credo che Renzi sia il perfetto esempio del duce italico, un perfetto imbecille.

I film di Fantozzi diventano realtà, il servilismo meschino degli impiegati fantozziani davanti al grande capo diventa realtà.

L’elezione del nuovo Presidente degli italiani, con candidati malavitosi, incarta-pecoriti o turpi dittatorelli è l’esempio di una decadenza sociale devastante.

Che tristezza

Categorie
Società

I miserabili

Viviamo in tempi dove i miserabili si esibiscono in follie devastanti. I politici li conosciamo e sappiamo che domani faranno peggio. Ce l’hanno insegnano bene.

Il Papa rientra a pieno titolo fra i miserabili. Ha confuso Cristo col vaccino e probabilmente, inconsciamente, vicino alla morte, sa della pochezza del suo mandato terreno e adesso manda un messaggio: fate figli, lasciate perdere gatti e cani. Si è dimenticato che a causa della sua chiesa, dell’andate e moltiplicatevi – Gesù intendeva ben altro -, siamo 8 miliardi su questa terra…

Un duro colpo all’inconscio delle donne che faticosamente si stavano liberando da millenni di disumanità dove vivevano per essere spose e madri e non esserti umani.

Purtroppo le donne non colgono ancora il fatto che hanno dolori mestruali perché ad ogni ciclo non hanno compiuto il loro dovere e si puniscono col dolore per non avere ansie nella vita. Un meccanismo psichico che questi miserabili certo non possono capire.

Categorie
Società

La terza guerra mondiale

Ci sono molte somiglianze fra questa guerra contro il virus con la seconda guerra mondiale: i cicli nefasti si ripetono se le condizioni nefaste si ripresentano.

Il nemico questa volta è il virus, la volta precedente era il nazifascismo e il totalitarismo in genere che si diffuse in tutto il mondo, dalla Russia agli Stati Uniti.

Si vinse la guerra, ma per liberare l’intero mondo ci vollero alcuni decenni, sino alla caduta del muro di Berlino perché il totalitarismo restò in molte forme. Noi possiamo ricordare il governo Tambroni e solo con le lotte studentesche e operaie completammo la liberazione.
Liberazione che, a livello planetario, non fu mai totale: Russia, Usa, Cina, paesi del Sud America non furono mai totalmente liberi.

Questa volta la guerra è tornata perché il totalitarismo si è rifatto vivo negli ultimi anni: è il capitalismo che ha assunto il controllo del potere sempre più gravemente e i grandi gruppi finanziari che controllano anche le case farmaceutiche sono i nuovi nazisti.

Attenzione, sono questi i reali nemici che spargono il terrore nel mondo, non è il virus il nemico: il virus è l’arma del terrore sbandierata in faccia al popolo bue, quei cittadini del mondo che non capiscono che la pace e la felicità passano attraverso la libertà.

Se c’è libertà, c’è benessere.

Il green pass, l’obbligo vaccinale, il potere mediatico e politico degli uomini forti sono la nostra non libertà, la nostra infelicità.

GRANDANGOLO – PANGEA, La rassegna stampa internazionale di Byoblu. 22° puntata

Categorie
Società

Il giardino in gabbia

Oggi passeggiavo accanto a dei giardinetti dove portavo i miei figli. Ora sono recintati da fitte sbarre verdi, una sola entrata da qualche parte, una vera tristezza, qualche persona dentro, in gabbia.

La nostra società, senza neppure accorgersene si è “ingabbiata” poco alla volta in questi decenni di tranquillità, benessere e pace sociale, una gabbia dorata che ora appare con il green pass per quello che veramente è: un campo di concentramento.

Politici forse impauriti, sicuramente incapaci, ogni giorno con veemenza e violenza cercano di porre altre gabbie, in questo momento ai cosiddetti no vax, ma in fondo a loro stessi, alla loro parte selvaggia e naturale. Un tempo furono gli zingari, i gitani, gli hippie, i diversi, i giovani, i bambini e così via. La parte ostile dentro l’essere umano, il suo ego, il suo superio, il carnefice poco alla volta ha preso il dominio e in maniera orribile e turpe sta ancora una volta devastando l’umanità.

Sala lettura di questi miei pensieri Rosanna mi scrive:

“Mi hai fatto. Venire in mente l’ideogramma Kùn: un albero nel recinto, vuol dire difficoltà.
La costrizione del naturale, dello spontaneo che non può maturare, svilupparsi completamente.”

Categorie
Società

La nuova resistenza

A volte scrivo duramente dei miei consimili umani, ma aborro la stupidità perché la Natura ha dotato l’essere umano di intelligenza e ritengo sia avvilente vedere come questa non sia usata quasi mai. Perché sono contrario ai vaccini? Contratto a questa demente fede del cittadino ebete nel suo nuovo dio? Semplicemente perché non funzionano e i dati, man mano che passano i mesi, lo dimostrano. Andate a vedere i morti, i contagiati, le terapie intensive del mondo, dell’Europa, dell’Italia durante l’anno solare e vedrete che in ogni momento stavamo meglio l’anno precedente.

Avete solo arricchito con i nostri soldi i soliti personaggi della finanza, ad esempio gli Elkan, padroni del reazionario giornale Repubblica e fabbricanti di mascherine, ringraziano, inchinatevi a loro.

Ieri le piazze di tutto il mondo sii sono riempite di persone che hanno deciso di usare l’intelletto, ma difficilmente vedrete le immagini restando schiavi dei media che seguite. Qui Milano ieri.

Categorie
Salute Società

Il vostro fallimento

Molti fanno la fatidica domanda: se non ci vacciniamo tutti che altro modo c’è per uscirne, avremo di nuovo centinaia di morti.
Rispondere che l’anno scorso non c’era il vaccino ma stavano meglio serve a poco ed allora provo a dare una risposta più profonda.

Il fallimento di questa società lo stiamo vivendo a 360°, oltre al Covid c’è la distruzione del pianeta, continua, inesorabile, aggravata dalla risposta malsana al Covid. Incendi dappertutto senza essere capaci di fare nulla anche qui…

L’unica risposta che le persone conoscono è sempre materialistica, difensiva: uso qualcosa di tangibile ad esempio, mascherine, disinfettanti, vaccini. Sono risposte perdenti, devastanti, inquinanti, ma nessuno pare accorgersene o non vuole accorgersene perché non sa cosa altro fare.

Nell’essere umano esiste una Mente, esiste una risposta psicologica, esiste un lavoro più profondo da compiere, Spirituale. Sarebbe invero compito di tutta la vita di ognuno di noi trovare questa risposta; sarebbe il nostro compito evolvere noi stessi ed invece chi governa, complici i media, i giornali, etc, cercano di terrorizzare in ogni maniera, e la paura è il miglior alleato della malattia perché devasta il nostro sistema immunitario.

Da parte mia ho iniziato ad occuparmi della mia salute a livello spirituale nel 1980 e posso proprio dire che ne è valsa la pena e non posso accollarmi la responsabilità di chi non pensa che possa fare, deve fare! qualcosa per sé e per il pianeta. Posso però aiutare e lo faccio da decenni e non solo io, ma dovete accettare il fallimento che state continuando a creare se volete vedere la luce in fondo al tunnel.

Categorie
Società

L’inutilità delle auto parcheggiate

L’auto è molto utile quando va, ci può portare dappertutto in poco tempo, ma quando è ferma è inutile, dannosa, occupa spazio e lo toglie al verde e ai pedoni.

Tutto ciò che è vivo è Yin Yang, partecipa della Natura. Solo il regno vegetale è giusto che stia fermo, è la sua Natura. Anche l’essere umano può stare fermo, ad esempio in meditazione o dormendo, ma è anche giusto che si muova, immobilità e movimento fanno parte della sua Natura.

Gli esseri umani impauriti, vaganti con le mascherine, inoculati, sono energeticamente inquinanti come le auto parcheggiate.
Non è la Natura degli esseri umani.

Categorie
Società Uncategorized

I giovani senza modelli

La cosa più triste di questo tempo è l’aumento dei suicidi fra i ragazzi.

Pensate ai loro modelli, personaggi squallidi con una mente squallida. Un Draghi? Il banchiere di turno. Figliuolo? Il militare senza anima e cuore impegnato a stanare il nemico. I politici? Tutti a vaccinarsi perché così conviene alla loro immagine. Gli adulti? Impauriti che girano d’estate con le mascherine e si spostano tremanti quando passi loro vicino a viso aperto… Gli psicologi che dovrebbero aiutare le persone, capaci solo di osservare con ossessività maniacale il principio di quello che definiscono realtà. Recalcati? Uno psicoanalista conosciuto che scrive oscenità da salotto buono.

Quando ero giovane andavo alla libreria Ecumenica a Milano a cercare libri orientali e quali meraviglie a leggere parole di verità e saggezza e pure di poesia degli illuminati! Che modelli di vita! Eppure nessuno si cura più di loro, nessuno ne ascolta i messaggi profondi, di verità “vera” e danno credito a tristi personaggi che amano vanagloriarsi in tv e sui giornali, pazzi furiosi presi a modello…

Quando qualche allievx viene da me e resta delusx dal fatto che non seguo il loro modello di falsa scienza, che ritengo mortale per gli individui, e se ne va contrariatx, mi domando: cosa sei venutx a fare da me? Hai bisogno di modelli veri, forse proprio quelli che ho da proporti e che certo non tradisco solo perché sei così arrogante nel tuo errare da chiudere alla tua anima la porta della vita.

Dopo aver scritto questo articolo mi sono imbattuto in un commento ad un post: una potenziale allieva scrive così al maestro X (un conosciuto insegnante a Bologna).

“Caro X, il giorno che ti ho conosciuto di persona eri senza mascherina dentro una metro piena di gente… Avresti potuto avere il covid19 e io che sono una ragazza non vedente con una patologia importante mi sono sentita malissimo, per fortuna ero accompagnata e il fatto che tu non fossi munito di mascherina mi è stato detto… Se io ti fossi stata vicina e non vedendoti non mi fossi accorta che tu eri senza mascherina, secondo te questa la chiami intelligenza?

Questa non è una scelta personale, diventa egoismo.ero intenzionata ad iniziare un percorso insieme a te perché mi piace quello che fai, ma a questo punto, non posso allontanare la vita privata da quella personale dato che le due si fondono.fate attenzione perché c’è una ragione se i nativi digitali, ovvero i giovani, non hanno niente a che fare con queste cose. Imparate ad utilizzare le informazioni e la tecnologia invece di prendere per veri i video camuffati, solo perché sono una minoranza e quindi vi sentite di non essere conformisti, è veramente ridicolo.”

E questo è un esempio di attacco al maestro alla prima occasione possibile! La malattia viene usata per attaccare gli altri, ci si presenta “fragili”, per incolpare l’altro.

Questa la mia risposta al suo commento:

“Cara Y, ma che percorso personale vuoi fare se l’hai già determinato?!
Nella cultura orientale è l’allievo che deve arrivare al livello del maestro, non è il maestro che si abbassa al livello dell’allievo!
Perché? Per lavorare sul proprio ego, sul proprio spirito. Aumentando lo spirito e diminuendo l’ego che è molto forte in te. Tu a questo punto già scalcerai scandalizzata, ma hai mai pensato che la malattia è un attacco agli altri (certo anche a te stessa). Il tuo essere scandalizzata è da persona che è bloccata in un meccanismo distruttivo con pensieri di attacco agli altri.

Il tuo incontro con X avrebbe dovuto risvegliarti: come, il maestro è l’unico senza mascherina! Caspita, chissà come mai, cosa vorrà insegnarmi? Ed invece ti sei fregata con le tue mani!
Ho anch’io gravi problemi di vista, ma so di cosa parlo.”

Categorie
Società

I nuovi crimini razziali

Il Green Pass è una legge razziale, Lasciando perdere nazisti e fascisti, molti dei nuovi razzisti insorgono per il paragone dicendo che gli ebrei non avevano scelta.

Però chi appoggiò quei criminali lo fece senza pensare che, una volta ripristinata la democrazia, vennero anche loro considerato dei criminali.

Gli schiavisti? All’epoca non si ritenevano dei criminali, ma lo erano e attenzione perché chiunque fa da adesso una scelta sbagliata diventa un criminale.

Categorie
Società

Pecore e agnelli

Oggi è il 25 Aprile festa della liberazione e se ormai vi siete stancati della liberazione, almeno resta la festa della libertà.

Aprite i maggiori giornali e sul 25 Aprile trovate qualche notizia di secondo piano e sulla Repubblica, giornale ora in mano agli Agnelli, produttori di mascherine, nulla di nulla.

Ma ormai a pochi importa, soggiogati dal nuovo regime, aspettando da pecore l’effetto gregge.