Categorie
Salute

La gioia dei tifosi

Anche le persone più sane, quelle che capiscono che siamo in un momento folle dove non si comprende che la salute sia altro dai vaccini, fanno fatica a rendersi conto del pericolo per gli esseri umani del distaccamento sociale.

Ieri i tifosi dell’Inter per festeggiare lo scudetto sono scesi in piazza e se ne sono fregati delle distanze di sicurezza, delle mascherine e di tutto questo apparato malevolo a cui siamo costretti.

Hanno fatto bene? Hanno fatto male?
La gioia è la risposta, la gioia non conosce confini e quindi se volete vivere tristi e depressi isolatevi pure, se però volete vivere, e non è che vi rendano indietro i mesi persi, fregatevene perché l’importante per stare bene è una mente sana.

PS
Naturalmente i “sobillatori di morte”, a cui questa società ha dato enorme potere mediatico e decisionale, si sono subito gettati come cani affamati sulla preda e con le loro frasi malevoli cercano di instillare nei tifosi e in noi tutti, quei sensi di colpa che, se trovano un varco nella psiche, permettono alla malattia di attecchire nel corpo.

2 risposte su “La gioia dei tifosi”

Con tutto il rispetto per le opinioni altrui e per la gioia dei tifosi,sbaglio o dopo atalanta-valencia è successo quello che è successo a Bergamo. Mettiamo che sia tutto vero quello che vedo scritto qui ma credete veramente che l’insegnamento del Tao sia di dire le cose terribili che dite dei virologi? Provate a riguardarvi qualche scritto. Dire cattiverie senza senso contro chi non la pensa come voi fa male alla salute perché è un pensiero negativo. Quindi a prescindere che abbiate ragione o torto datevi una calmata e grazie per avermi dato un motivo per non leggere più quello che scrivete. Buona vita.

Non si capisce per quale motivo ha perso tempo nel leggere i miei scritti? Noto che come molti che sono “toccati” negativamente dai miei scritti lei è pieno di arroganza e rabbia e mi augura di stare male. Lei è uno di quelli che credono nel pensiero positivo e nel pensiero negativo e temono pensando negativamente di stare male. La tranquillizzo non funziona così, anzi, il pensare solo positivo crea nell’inconscio un tarlo di negatività. È una legge yin yang della psicoanalisi, o almeno di quella più seria. I tumori si formano così per cui continuerò a pensare male di questi portatori di morte che lei adora tanto. Che poi ultimamente i virologi sono ormai delle caricature umane e riescono solo a dire bestialità che però attecchiscono nel marcio di persone come lei. Vada pure per la sua strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.