Categorie
Uncategorized

La completa tolleranza

La pandemia ha creato un baratro dove una parte della popolazione è passata al di là, mentre tanti sono caduti nel baratro.

Al di là vuol dire “la Terra promessa”.

Per stare qui è necessario avere compreso la “tolleranza perfetta”, nessuno può imporre nulla ad un altro essere umano. Chi è nel baratro deve imparare questa tolleranza per poterne uscire. Non può essere una tolleranza per qualche categoria, ad esempio, gialli, rossi, gay, ma deve essere totale. Accettare ad esempio che ci sono persone che usano altri sistemi di vita rispetto alla propria e molti riguardano la salute. Chi non rispetta il libero arbitrio non può entrare nella “Terra promessa”, ha scelto di stare nel baratro.

Cosa può fare chi sta al di là del baratro? Può, deve, tendere una mano per aiutarli ad uscire perché è necessario che, prima o poi, tutti si tolgano dal baratro e arrivino al di là. È il compito dell’umanità.

Uscire dal baratro però è semplice, basta essere totalmente tolleranti, ma per ora l’umanità non ci è mai riuscita.

Categorie
Società Tao

I violenti

In questo mondo ci sono tantissimi violenti. Non sono solo quelli che uccidono o rubano, ci sono tantissime forme di violenza, di costrizione; c’è quella politica delle leggi che obbligano, ad esempio, l’obbligo di vaccinarsi o di seguire un metodo di cura, sopraffanno la libera scelta dell’essere.

Il libero arbitrio è cosa sacra e qualsiasi sopraffazione è violenza.

È un mondo violento, cominciamo ognuno ad accorgerci di questo.

Se ad esempio non mangio carne, nessuno mi deve dare carne da mangiare, ma neppure devo costringere nessuno a seguire la mia scelta e sarò attento a non far pesare questa mia scelta.
Se voglio curarmi soltanto con i Fiori di Edward Bach, questa è una mia scelta e nessuno deve costringermi ad altra scelta e neppure io costringerò qualcun altro ad usare i fiori, neppure se sono sicuro che siano più efficaci di un antibiotico.

Se un medico sta pensando leggendo questo, che sono pazzo, questa è violenza, ma neppure io devo pensare che è un pazzo se vede solo il suo mondo di farmaci, sono problemi suoi, l’importante è che non siamo violenti l’un contro l’altro.

Il libero arbitrio è l’unica via verso la non violenza.