Categorie
Natura

I tecnici dis-umani

Per un ritorno ad una società umana è necessario demitizzare le professioni scientifiche. Un medico è un tecnico. Se si rompe una tubatura posso ripararla da solo oppure chiamare un idraulico. Se mi succede qualcosa posso aggiustarmi da solo o chiamare un medico, ma questo rimane un tecnico, non ha più valore di un idraulico o un elettricista.

Fra le professioni a cui si è dato un eccessivo peso ci sono i virologi che hanno fatto danni enormi perdendo il contatto con la natura e idealizzando i virus, facendo di essi dei mostri assassini. Hanno sbattuto il mostro in prima pagina e così hanno creato la paura nelle persone, dando l’illusione di essere assolutamente necessari. Questo li ha resi megalomani e si sono messi a sparare una cazzata dietro l’altra in TV cercando di diventare dei divi. La scomparsa della virologia è un bene per l’umanità perché torneremmo in contatto con “madre natura” che non essendo maligna non vuole la nostra morte: noi moriamo per la paura, ma siamo noi stessi a creare in noi la paura e a farci male e le epidemie sono sempre collegate a situazioni dis-umane come carenza di cibo, di acqua, sporcizia, inquinamento.

Categorie
Salute

La vera storia dei vaccini

Un tempo non c’era una coscienza sociale sui vaccini, ma grazie alla Lorenzin e alla sua famigerata legge che obbliga farne una decina sui bambini, crebbe la consapevolezza che i vaccini invero non fossero questi miracolosi prodotti, osannati da decenni e ritenuti portatori di benessere e longevità. Si formò un primo gruppo di persone che voleva mantenere i vaccini facoltativi, una libera scelta dell’individuo. Purtroppo big pharma si impose e la legge passò.

All’arrivo a fine 2020 di questi “vaccini” per il Covid, ci fu quindi un largo gruppo di persone, fra cui valenti scienziati, medici, liberi pensatori, che misero in guardia dalla pericolosità di vaccini non comprovati e di tecnologia mRNA. L’assalto di big pharma e dei suoi accoliti fu totale, divenne una campagna mondiale onnipotente, inneggiante al dio vaccino che fece crollare persino le religioni. Quella cattolica perse la figura del Cristo salvifico per sostituirlo col vaccino e l’acqua santa (rappresentante lo Spirito Santo) divenne un disinfettante. In un colpo solo distrutta la Trinità!

Concetto importante anche per chi è ateo o di altra religione perché in Natura ogni cosa è composta da tre parti, radici, tronco, chioma e nell’essere umano: pancia, cuore, testa. Fummo quindi ridotti ad una testa e questo porta all’incubo sociale, al “capo” dittatore, ai Mussolini, Berlusconi, Renzi. Conte non era abbastanza “testa” e fu, appena possibile, sostituto dall’ennesima testa pazza in circolazione: Draghi.

Quelli che non vollero vaccinarsi furono accusati, da una stampa totalmente pagata economicamente da quei produttori che incrementarono in maniera esponenziale i propri guadagni grazie alla pandemia, di essere dei negazionisti (operazione indegna perché sdoganarono una precisa attribuzione del termine riferita a chi nega l’olocausto) e novax che fecero la fine solita, cioè quella delle minoranze reiette in una dittatura. La loro libertà fu negata quasi in tutto, di volta in volta con tecniche simili a chi è abituato alle torture e mediaticamente furono annientati davanti all’osannante popolo dei vaccinati. Tristissima ed esemplare è l’immagine che gira in rete di una bambina che dice che lei odia i novax.

Sapete tutti come finì, i vaccini Covid furono uno degli insuccessi più grandi nella storia della medicina che perse totalmente credibilità. Le persone costrette a vaccinarsi e rivaccinarsi di continuo e a infettarsi ancor di più di chi non si vaccinava cominciarono pure loro ad avere dubbi e la schiera dei “novax” divenne una nuova ondata di consapevolezza per l’umanità sul fatto che la salute non va demandata ad un rimedio esterno, imposto, ma è una responsabilità di ognuno: aver cura di sé. Tornarono ad esserci i cosiddetti “dottori di campagna”, quelli che ti ascoltavano il polso e “i rimedi della nonna”; divennero sempre più importanti una alimentazione equilibrata; attività all’aperto; sport salutari, Meditazione e, d’inverno riposo e sonno furono ritenuti toccasana durante le ondate influenzali.

Grazie alla Lorenzin abbiamo un mondo migliore oggi, dal male assoluto nasce il bene.

Categorie
Oriente

L’illusione pandemica

In Oriente si parlava, ai tempi, dell’illusione del mondo: “Il mondo fenomenico”, degli accadimenti. Concetto incomprensibile per un abitante di questo pianeta, in quest’epoca.

Mai come in questa pandemia abbiamo una prova della verità della saggezza millenaria dell’Oriente: tutto ciò che accade è illusione. Il virus? Letale per alcuni, inesistente per altri. Vaccini, non vaccini, leggi, lockdown, tutto illusorio, inefficace perché ogni risposta al mondo fenomenico è illusione. Solo così possiamo comprendere la follia che imperversa fra le classi dominanti e i cittadini.

L’unica possibile via d’uscita è accorgersi dell’illusione. Ci sono molti che vi si immergono totalmente creando loro mondi fantastici che vorrebbero imporre ad altri, alcuni li accettano, altri creano altre illusioni che ritengono più adatte, ma restano sempre delle pie illusioni.

Ah, quale saggezza nei Maestri di un tempo. I monaci Chan-Zen cercavano l’illuminazione, cioè la libertà dal mondo fenomenico. Famosa la frase: “Quando ho fame mangio, quando ho sete bevo”. Tutti mangiamo e beviamo, ma solo chi è libero dalle illusioni sa cosa veramente questo significa.

Categorie
Salute Tai Chi

Sistemi di cura

Esistono vari sistemi di cura e questo è quello che non comprendono i maniaci del vaccino. Oltre al sistema vaccino c’è il sistema dei medicinali e oltre a questi vi sono altri sistemi come quelli energetici, quelli della mente e quelli dello spirito.Cure energetiche? Molte: Pranoterapia, Reiki, Floriterapia, Medicina Cinese, Agopuntura, Shiatsu, Tuina, Qi Gong, Tai Chi, Meditazioni energetiche.

Cure con con la Mente? Psicoanalisi, Psicologia, Meditazioni guidate e altre.

Cure con lo Spirito? Preghiera, Canti devozionali, Mantra, moltissime Meditazioni e altro.

Quale le migliori? Chissà, l’arroganza non paga, ognuno sceglie o fa scegliere: molto dipende da dove si vive e quelli che sono i propri interessi. Personalmente da quarant’anni ho scelto il Tai Chi e uso questo sistema di cura che è incompatibile col vaccino. Il perché è semplice: un rimedio esterno crea danni ad un sistema interno, un po’ come suonare un gong con una tromba, non si adattano. Il vantaggio è che il Tai Chi, se si segue una scuola minimamente decente, come tanti altri sistemi non provoca danni collaterali.

Un esempio di come funziona il Tai Chi come sistema di cura: d’inverno nella classe principianti devo aumentare di parecchio la temperatura rispetto ad un gruppo appena più avanzato. I principianti hanno facilmente freddo mentre chi fa Tai Chi da più tempo si scalda subito: l’energia fluisce più facilmente.

Bisogna sempre avere un sistema di cura e praticarlo sempre, come sempre si mangia e si beve. Non avere un sistema di cura è pericoloso perché la malattia prende gli inconsapevoli.

Categorie
Salute

La non libertà di cura

Negli ultimi anni, pian piano è stata eliminata la libertà di cura, devastate cure “popolato” e “cure alternative”. L’ultimo scontri è stato fra farmaci e vaccini e il risultato è sotto i nostri occhi.

Perché hanno fatto vincere i vaccini nonostante siano le stesse case farmaceutiche a produrre i farmaci?

Semplice: i farmaci li prendono i malati, i vaccini tutto il mondo: miliardi e miliardi incassati a bassissimo costo.

Questo grazie a quei miliardi di incoscienti che non capiscono che la vita e la salute sono un lavoro personale da fare, uno studio, una responsabilità.

Tranquilli, il Buddismo dice che si hanno milioni di vite per evolvere. Certo, questa è andata

Categorie
Salute

La strada maestra

Nel 1982 ebbi un incidente che mi rese praticamente cieco da un occhio. Fu un periodo di svolta nella mia vita perché compresi che doveva esserci qualcosa di più che sino a quel momento non avevo considerato e scoperto.

Furono anni di ricerca Spirituale tutt’ora in corso e mi portarono ad una profondità che apprezzo e mi fa godere della vita.

Quello che ho compreso è che qualsiasi malattia, problema, ha bisogno di una risposta profonda da parte nostra e diventai insegnante per condividere le mie esperienze e conoscenza.

Posso dire che quando avete un problema dovete considerare Mente e Spirito e se vi limitate a curare il corpo non andrete da nessuna parte.

Categorie
Salute Tai Chi

Medicina Tradizionale Cinese

Il Covid ha mostrato il disastro della medicina moderna. Sono decenni che molti mettono in guardia sulla pericolosa china di basare la salute umana solo su medicine sempre più sofisticate e su vaccini dagli effetti imprevedibili e le migliaia di morti a causa dei vaccini Covid accentuano la drammaticità di una situazione che sembra senza uscita: in Israele già si parla di nuova ondata a causa di una nuova variante e quarta dose…

In Cina negli ospedali Covid si praticava Tai Chi come cura

Negli sull’ultimi anni l’OMS ha inserito ufficialmente la Medicina Tradizionale Cinese fra le possibili terapie a disposizione dell’umanità.

Valenti Maestri Italiani sono disponibili per la cura del Covid

Per noi amanti del Tai Chi questo vuol dire principalmente che il Qi, l’energia che circola nell’essere umano, è finalmente sdoganato, è riconosciuto. Per chi pratica Qi Gong, Tai Chi e Meditazione Taoista ciò è un dato di fatto: lo sentiamo, lo percepiamo, ci curiamo con il Qi, ma se poi ne accenniamo pubblicamente sembriamo degli sciocchi creduloni, ciarlatani, truffaldini maghi da salotto. Ora non più, il Qi è riconosciuto dall’organizzazione mondiale della sanità come agente di guarigione, e ha il peso di qualsiasi farmaco o vaccino, ma non ne ha gli effetti collaterali e se una persona vuole guarire lavorando sul Qi, è una scelta da rispettare.

L’OMS sdogana la Medicina Tradizionale Cinese

Curarsi con Yin e Yang, l’Oms sdogana la medicina cinese

Categorie
Salute Tai Chi

Lei respira

Una mia allieva stasera mi confessa che a Giugno fece degli esami e su quello respiratorio i medici furono stupiti e le chiesero che sport facesse.

Nessuno, rispose, solo Tai Chi.

I valori erano nettamente migliori della maggior parte delle persone

Lei alcuni anni fa scelse di fare Tai Chi, lo pratica una, due volte alla settimana, ha 72 anni, sembra una ragazza…

Grazie R. del tuo esempio, un modello per tutti quelli che si nascondono impauriti dietro una mascherina.

Categorie
Scienza

O Einstein o i vaccini

Chi pratica un’arte come il Tai Chi e/o le discipline connesse, Qi Gong, Meditazione, deve confrontarsi con l’energia, il Qi. Anzi, sarebbe meglio dire che non c’è vera pratica senza Qi.

Nella nostra società l’ascolto, la comprensione dell’aiuto energetico nella vita è schizofrenico: tutto funziona con l’energia, ogni nostra tecnologia, eppure fatichiamo a contattare quella che ci tiene in vita. Se per me è una costante di grande beneficio continuo nella mia vita, per miliardi di persone non è nulla, non esiste, non possono sentirla e utilizzarla perché non ci hanno mai lavorato. L’ignorante è una persona che ignora e essere ignoranti fa sì che una determinata cosa non esista, la responsabilità è sempre di chi ignora e di chi tiene nell’ignoranza: la nostra attuale società.

Una carenza va compensata e, mancando il Qi, dobbiamo considerare i muscoli, la forza fisica e in effetti abbiamo le palestre piene di persone che cercano l’efficacia fisica. Durante i regimi il Qi è ai minimi termini e il motto del fascismo fu: “mente sana in corpo sano”. Per chi conosce il Qi è vero l’opposto: “Corpo sano in mente sana”.

Chi non pratica attività fisica lascia al destino la propria condizione fisica, magari camminando un po’ e avendo cura dell’alimentazione (l’energia del ci-bo sostituisce interamente il Qi).
Tuttavia il vero problema dell’umanità, a livello di salute fisico mentale, e la pandemia semplicemente ci mostra questo, è la totale assenza di Qi.

Quindi energia o materia, Qi o muscoli, questa è la scelta che ognuno deve fare nella vita: è su molti livelli e uno fondamentale è quello sull’esistenza di una forza creativa, il Tao, Dio o ripiegare sul caso e la materia.

Einstein ben lo comprese con l’equazione e=mc2, cioè a sinistra dell’equazione troviamo e, l’energia e a destra m, la materia. Posso scegliere di vedere l’intera moneta oppure solamente una delle due facce. Se scelgo la materia dovrò vivere “materialmente”, se scelgo l’energia so che lavorando su questa influenzo anche l’aspetto materiale.

Le medicine sono, contrariamente a quello che si può pensare, più un aspetto energetico che materiale perché si assumono delle sostanze per migliorare le proprie condizioni di salute e si deve averne più o meno responsabilità, consapevolezza, dal prenderle con più o meno continuità, al decidere che tipo di medicine prendere: ad esempio potrei scegliere l’omeopatia o i fiori di Bach o l’agopuntura. Sono tutte “medicine”, le ultime che ho citato sono più vicine alla “verità” dell’equazione di Einstein perché sono più “energetiche”. Altre come la chemioterapia toccano solo il lato materiale restando però medicine.

Cosa è successo durante la pandemia? C’è in atto il violento tentativo di eliminare le medicine: moltissimi medici che hanno curato con ottimi successi con medicine, sono stati oscurati e derisi dai media e sospesi dagli ordini dei medici. I governi hanno impedito l’assistenza medica di base. Perché tutto questo? Per imporre i vaccini. Il vaccino non è una medicina, è una non medicina: sconfiggo la malattia eliminandola del tutto.
Quasi può sembrare un’ottima cosa, ma non tiene conto “dell’intelligenza” della Natura (siamo qui sulla sinistra dell’equazione, sulla e). La malattia è un processo necessario all’evoluzione del genere umano e della singola persona: le malattie non possono essere debellate! Ci si può non ammalare, o guarire, ma se voglio eliminare una malattia, ne verrà fuori un’altra e l’HIV o lo stesso Covid e le tante varianti, ne sono esempi lampanti.

Con il vaccino le persone non devono fare nulla, nessun lavoro su se stesse, protezione continua. Questi fautori dei vaccini, che hanno dei toni da despoti nei loro continui tentativi di imposizione, vedono solo la parte destra dell’equazione di Einstein, l’aspetto materiale. Sono i costruttori di muri difensivi, muri fisici per bloccare il diverso, muri con i vaccini per bloccare le malattie, muri mentali per bloccare quello che non piace. Ma tutto ciò che blocchiamo così è semplicemente vita che vuole dialogare con noi.

I muri non funzionano mai e così i vaccini come ormai risulta chiaro per chi legge i dati della pandemia e non è corrotto dentro o fuori.

Categorie
Spiritualità

Restare sulla Via

La scelta di non vaccinarsi è una scelta Spirituale, di cercare di non restare come moscerini appiccicati alla carta moschicida creata da questa società decadente e nelle mani di una oligarchia sempre più ristretta e malata.

È importante però restare centrati, sulla Via. Da ogni parte partono minaccie gravissime di personaggi pubblici persi e senza anima. Oggi leggo del cantante J-Ax che se vedesse un no vax lo tirerebbe sotto con l’auto o un esponente di +Europa che invoca i cannoni del famigerato bava beccaris sulla folla…

Giambattista Tiepolo, La Nobiltà e la Virtù abbattono l’Ignoranza, 1747, Norton Simon Museum, Pasadena

È possibile continuare la propria scelta perché lo Spirito offre sempre la possibilità di restare sulla Via. Non fatevi prendere dallo sconforto e dalla rabbia, questi sono i “tentatori” dell’ego e si diventa come questi folli impauriti che ormai non sanno più come uscire da una situazione che hanno creato portando l’umanità e se stessi ad un clima che sta diventando micidiale.